Professor Guella UNITN, socio SCI della Regione insignito di prestigioso premio.

23 settembre 2018 | 0 commento | in Homepage | Notizie | di Demattè Fabrizio
See the full read

Il professor Guella che lavora presso il dipartimento di Fisica dell’Università degli studi di Trento, è socio della locale sezione Società Chimica Italiana Trentino Alto Adige/ Sudtirol. Viene insignito del prestigioso premio “Medaglia Adolfo Qulico 2018”.

 

Al professor Guella, figura di spicco della miglior chimica regionale, le congratulazioni da parte dell’Ordine Regionale dei Chimici e Fisici del Trentino Alto Adige.

https://webmagazine.unitn.it/news/ateneo/45760/a-graziano-guella-la-medaglia-quilico-2018

 

Le professioni tecniche di oggi incontrano la politica di domani

23 settembre 2018 | 0 commento | in Homepage | Notizie | di Demattè Fabrizio
See the full read

Le professioni tecniche di oggi incontrano la politica di domani

Incontro con i candidati alle elezioni provinciali

Modera l’incontro Gabriele Carletti Giornalista Rai

Giovedì 27 settembre, ore 18.00 MUSE Corso del Lavoro e della Scienza, 3 Trento

Comitato Interprofessionale Ordini e Collegi tecnici della Provincia di Trento

Ordine degli Architetti PPC

Ordine degli Ingegneri della Provincia di Trento

Collegio dei Periti Industriali e dei Periti Industriali laureati

Collegio dei Periti Agrari e dei Periti Agrari laureati

Collegio dei dottori Agronomi e dei dottori Forestali

Ordine Regionale dei Chimici e dei Fisici del Trentino Alto Adige

Collegio dei Geometrie dei Geometri laureati

Ordine dei Geologi del Trentino Alto Adige

Ordine Regionale dei Chimici e Fisici del Trentino Alto Adige -Sudtirol

30 agosto 2018 | 0 commento | in Attività e procedimenti | Homepage | Notizie | Organizzazione | di Demattè Fabrizio
See the full read

A seguito dell’entrata in vigore della Legge 11 gennaio 2018, n.3, L’Ordine ha assunto la denominazione di Ordine Regionale dei Chimici e dei Fisici ed è passato sotto la vigilanza del Ministero della Salute.

Seguiranno molteplici novità nei prossimi mesi, in primis la creazione dell’albo per Fisici A e B.

Molte novità sono riservate anche alla Formazione professionale continua che entra a pieno nel regime ECM ( Formazione con le stesse modalità per tutto il sistema sanitario nazionale, medici, biologi, farmacisti, veterinari …).

 

Fabrizio Demattè

referente per la comunicazione e per la formaizone

 

 

Formazione trentina per chimici dentro l’industria, e non solo.

31 luglio 2018 | 0 commento | in Formazione permanente obbligatoria | Homepage | di Demattè Fabrizio
See the full read

In collaborazione con Confindustria Trento con una stretta direzione scientifica su contenuti e docenti l’Ordine Regionale dei Chimici nel momento della sua migrazione verso la configurazione di Ordine regionale dei Chimici e dei Fisici ha deciso di proporre ai propri iscritti dentro e fuori il mondo industriale un intenso percorso di formazione.

L’argomento principale è la sicurezza come ben declinato nel DPR che descrive gli argomenti per l’esame di Stato  e pertanto coerente con il regolamento per la formazione CFP in via di revisione per la migrazione al ministero della Sanità e il nuovo ruolo di professione sanitaria. 

Tutte le iscrizioni e la gestione amministrativa sarà in capo ad Assoservizi mentre la gestione dei CFP sarà presidiata dall’Ordine.

Le iscrizioni si raccolgono esclusivamente al link dei rispettivi corsi cliccando direttamente sul titolo in blu. 


Percorso di formazione SICUREZZA PER CHIMICI (con rilascio CFP) programmata per il trimestre settembre-novembre 2018 

Dopo il percorso REACH della primavera scorsa, prosegue la formazione specifica sicurezza per Chimici, in collaborazione con l’Ordine Regionale dei Chimici del Trentino Alto-Adige che rilascerà i crediti formativi professionali (CFP). 
Gli incontri riguardano sia formazione obbligatoria (SEVESO III, RLSSA, ecc.), sia tematiche di particolare interesse per il settore: ambiente, rischi esplosione e chimico, spazi confinati.
 
Tutti i corsi si terranno presso Palazzo Stella e saranno gestiti da docenti dottori chimici, esperti delle tematiche proposte.

SEVESO III
Data inizio 14.09.2018 


NORMATIVA AMBIENTALE (FOCUS SU RIFIUTI)
Data inizio 03.09.2018 


TAVOLE ROTONDE RSPP – MODULO 1 – RISCHIO ESPLOSIONE
Data inizio 12.10.2018 

TAVOLE ROTONDE RSPP – MODULO 2 – RISCHIO CHIMICO
Data inizio 19.10.2018 


TAVOLE ROTONDE RSPP – MODULO 3 – SPAZI CONFINATI
Data inizio 05.10.2018

FORMAZIONE PER RLSSA (è possibile iscriversi al corso completo di 40 ore oppure al solo modulo aggiuntivo di 8 ore): 
– FORMAZIONE RLS   ( figura prevista dal contratto nazionale chimici con fortissimo contenuto legato alla conoscenza e prevenzione dei pericoli da sostanze chimiche classificate come pericolose)
Data inizio 02.11.2018
– 
MODULO AGGIUNTIVO PER RLSSA


Data inizio 28.11.2018 
FORMAZIONE PER RLSSA .

(è possibile iscriversi al corso completo di 40 ore oppure al solo modulo aggiuntivo di 8 ore): 
– FORMAZIONE RLS 
Data inizio 02.11.2018
 


– 
MODULO AGGIUNTIVO PER RLSSA 
Data inizio 28.11.2018

Congresso chimici Bologna 12-13 ottobre.

24 luglio 2018 | 0 commento | in Homepage | Notizie | di Demattè Fabrizio
See the full read

I TEMI
Il titolo del Congresso “NEXT: PER NOI INNOVARE E’ UNA TRADIZIONE” non è solo una dichiarazione di intenti, ma la rivendicazione di una peculiarità professionale. Essere da sempre al passo con i tempi. A 90 anni dalla nascita della professione, si vuole ribadire il continuo percorso evolutivo del ruolo del Chimico, necessario ieri come oggi, davanti alle nuove inderogabili sfide che ci attendono. Sono le sfide di cui parleremo: sostenibilità, innovazione di processo e prodotto, sicurezza sul lavoro, sicurezza alimentale, tutela dell’ambiente, gestione dei rifiuti.
Ecco i principali temi che tratteremo:
– ECONOMIA CIRCOLARE
Si parlerà di novità in campo di gestione dei rifiuti, aspetti di sostenibilità ed opportunità nelle attività di green economy
– FUTURO DELLA PROFESSIONE SANITARIA DI CHIMICO
Alla presenza del Ministero della Salute, si analizzeranno alcune delle nuove opportunità professionali
– CHIMICA E SALUTE
Tre le tematiche principali: sicurezza alimentare, salute e sicurezza sul lavoro, chimica clinica
– INDUSTRIA 4.0
Si illustrerà lo scenario delle opportunità nell’ambito dell’innovazione di processo e prodotto
– INFORMAZIONE E COMUNICAZIONE
Personalità del mondo dei media italiani illustreranno le opportunità per valorizzare la professione nel contesto di una strategia di comunicazione
– CONTROLLI
Una sessione dedicata agli aspetti analitici, al sistema gestione qualità, all’accreditamento secondo la nuova ISO 17025, con riferimento alle responsabilità delle professioni sanitarie

L’iscrizione entro Luglio 2018 costa meno!

http://www.chimici.it/next2018/

Cronaca del convegno 22-6-2018 Muse Trento

18 luglio 2018 | 0 commento | in #REACH2018 | Homepage | Notizie | di Demattè Fabrizio
See the full read

Si da pubblicità di alcune immagini del Convegno e la rassegna stampa.

RASSEGNA STAMPA TELEVISIONI

RASSEGNA STAMPA WEB

   Agenzia Opinione_14.06

 

 

 

 

    

 

 

 

LaVocedelTrentino_22.06

Panorama della sanità_15.06

Trentino_14.06

Trentino_23.6

 

 

 

 

Preparazione cartellette con postIT per domande o feedback, le ragazze in maglietta verde sono le studentesse dell’Itituto De Carniei che hanno prestato (ottimo) servizio volontario durante il convegno.

 

Reception relatori e professionisti

 Anche il Presidente Andreas Verde accoglie i convegnisti.

   Recepion per tutti gli altri partecipanti.

Dott.ssa Rahel Gebremariam che ha seguito la segreteria organizzativa del convengo e la reception generale.

 

Primi convegnisti arrivati.

 

Lo staff per gli ultimi dettagli.

INAIL e UOPSAL TN si incontrano e parlano negli spazi informali sul REACH

 

 

Intervista al dr. Michele Manica, chimico e sponsor del convegno.

   dr. Fabrizio Demattè nella presentazione del documento preparatorio e impostazione del convengo #REACH2018

                                                                                                                                                                                                                                                 

Nuova norma UNI EN 689:2018 per confrontare le misure con i valori limiti nell’aria

12 luglio 2018 | 0 commento | in Homepage | Notizie | Prima Pagina | di Demattè Fabrizio
See the full read

La norma UNI EN 689 del 1997 è stata aggiornata oggi 12 luglio 2018 con una nuova versione disponibile nello store UNI EN 689:2018

Titolo : Atmosfera nell’ambiente di lavoro – Misura dell’esposizione per inalazione agli agenti chimici – Strategia per la verifica della conformità coi valori limite di esposizione occupazionale
ICS : [13.040.30]
Sommario : La norma definisce una strategia per effettuare misure rappresentative dell’esposizione per inalazione ad agenti chimici in modo da dimostrare la conformità coi limiti di esposizione occupazionale (OELVs). La presente norma europea non è applicabile a OELVs con periodi di riferimento inferiori ai 15 minuti.
Questa norma è fondamentale per poter comprendere se la misura effettuata con tecniche analitiche e il suo confronto con un valore soglia.
Si applica in particolare agli ambienti di lavoro per poter dire con strumenti scientifici e statistici robusti se un ambiente può presentare delle problematiche per la salute umana.

Apertura ufficio

12 luglio 2018 | 0 commento | in Homepage | Notizie | Prima Pagina | di Demattè Fabrizio
See the full read

Martedi 17 luglio 2018 gli uffici della segreteria sono chiusi per corso di aggiornamento.

Comunicato stampa

15 giugno 2018 | 0 commento | in #REACH2018 | di Caldonazzi Susanna
See the full read

SALUTE, AMBIENTE E COMPETITIVITÁ: IL RUOLO DELLA CHIMICA
Dopo 12 anni i regolamenti europei REACH e CLP sulla disciplina delle sostanze chimiche sono pienamente in vigore dal primo giugno 2018.

REACH e CLP, due regolamenti europei di controllo della pericolosità delle sostanze chimiche presenti in prodotti di uso quotidiano, dal primo giugno 2018 impongono controlli per la tutela della salute e dell’ambiente. A Trento, un convegno curato dall’Ordine Regionale dei Chimici del Trentino Alto Adige, in programma il prossimo 22 giugno, informa e approfondisce il significato di queste nuove norme.

Si terrà venerdì 22 giugno presso il MUSE – Museo delle Scienze di Trento il convegno SALUTE, AMBIENTE E COMPETITIVITÁ: IL RUOLO DELLA CHIMICA, organizzato dall’Ordine Regionale dei Chimici del Trentino Alto Adige in stretta collaborazione con Confindustria Trento, per la direzione scientifica di Fabrizio Dematté.
Il convegno è stato presentato stamattina in una partecipata conferenza stampa.
Focus dei lavori dell’intera giornata di studio saranno i regolamenti REACH e CLP e le novità volute dalla Comunità economica europea in tema di sostanze chimiche e, in particolare, di quelle pericolose. Dopo 12 anni dalla prima emanazione di REACH, infatti, dal primo giugno 2018, i regolamenti sono pienamente in vigore. Il REACH e CLP sono due regolamenti europei (Reg. 1907/2006 e Reg.1272/2008) adottati per assicurare una sempre maggiore protezione della salute delle persone e dell’ambiente dai rischi delle sostanze chimiche. Si tratta di regolamenti complementari: CLP armonizza i criteri di classificazione dei pericoli, REACH è il sistema di registrazione, valutazione e autorizzazione delle sostanze chimiche. Sono 21.551 le sostanze che sono state registrate entro il primo giugno e ad oggi costituiscono uno dei più corposi registri pubblici al mondo: informazioni in merito alle proprietà chimiche, fisiche e tossicologiche di sostanze presenti in tutti gli oggetti di uso quotidiano. REACH e CLP si riferiscono infatti non solo a quelle sostanze utilizzate nei processi industriali, ma anche a tutte quelle presenti nei detergenti, nelle vernici, nei giocattoli, negli abiti, nei mobili, in campo elettronico e in tutti gli altri oggetti che fanno parte della quotidianità. È sostanza chimica soggetta ai attenzione, per esempio il Bisfenolo A, utilizzata per costituire la carta termica degli scontrini fiscali e, in passato, nelle tettarelle dei lattanti. Oppure le sostanze usate per tingere i vestiti, i pigmenti dei tatuaggi, le sostanze che servono a chiarificare le acque potabili. O ancora l’arsenico dei vetri di Murano e la formaldeide in alcuni contenitori per alimenti. Questi temi si ritroveranno fortemente negli interventi proposti durante il convegno, che vuole rappresentare non solo uno spazio di riflessione per addetti ai lavori, piuttosto un momento di informazione, divulgazione e formazione trasversale al quale l’intera cittadinanza è invitata. Hanno aderito soggetti molto diversi tra loro, dal mondo produttivo, istituzionale, sociale, assicurativo che, rispondendo positivamente all’appello lanciato dall’Ordine Regionale dei Chimici del Trentino Alto Adige hanno dimostrato di riconoscere che lo studio della pericolosità dei “chemicals” e la comunicazione degli esiti è una questione di pubblico interesse. I regolamenti impongono infatti dei controlli a tutto il sistema produttivo con verifiche relative all’utilizzo che ne viene fatto, proponendosi come strumento per stimolare la competitività e l’innovazione.
NO DATA NO MARKET è il titolo dell’articolo 5 del regolamento REACH e rappresenta una scelta precisa, oltre che un grande elemento di innovazione di REACH: per “data” in quel che vuole essere ben più che uno slogan, si intendono i dati sulle sostanze in circolazione che devono essere ottenuti attraverso studi specifici e depositati dalle stesse realtà produttrici e non più dalle istituzioni. Per le aziende si tratta di un costo ingente e di un forte invito alla responsabilità, ma anche di un impulso alla competitività: secondo gli scenari più plausibili e desiderati, infatti, il miglioramento del controllo delle sostanze pericolose sarà dettato dal mercato stesso che sta già naturalmente andando verso prodotti più salubri all’aumentare della consapevolezza. A questo scopo il convegno organizzato a Trento intende portare all’attenzione pubblica un nuovo modo di approcciarsi alle sostanze pericolose. I cittadini sono i primi interessati che, in quanto consumatori, hanno ora diritti di informazioni sulle sostanze contenute in articoli che prima non avevano. Ma anche alle piccole o piccolissime imprese che sono rimaste a guardare l’intero processo di applicazione, assumendosi in questo modo un elevato rischio di rimanere escluse dal mercato per prodotti non conformi. Il programma del mattino prevede – dopo i consueti saluti da parte del presidente dell’Ordine Regionale dei Chimici del Trentino Alto Adige Andreas Verde e del direttore scientifico del convegno Fabrizio Dematté – interventi di Riccardo Ceccato, docente delegato del Rettore dell’Università degli Studi di Trento per la sicurezza, Nausicaa Orlandi, presidente della Federazione Nazionale degli Ordini dei Chimici e Fisici, Alfred Aberer della Camera di Commercio della Provincia di Bolzano. Con l’intervento dal titolo Nel panorama europeo: quanto si è fatto e quanto si farà in Italia sarà a Trento Luigia Scimonelli del Ministero della Salute – autorità competente REACH nazionale e a chiudere la mattinata sarà Flavio Ciesa, del gruppo tecnico di esperti REACH delle Regioni e Province autonome con l’intervento intitolato Cosa è REACH per i diversi portatori di interesse dall’industria che produce al consumatore che acquista. La seconda parte della mattinata sarà invece caratterizzata da altri due interventi: il primo di Daniela Donati, vice direttrice INAIL Trento, sul tema Rischio chimico negli ambienti di lavoro: sviluppare la conoscenza come volano per la prevenzione, il secondo curato da Emanuele Marchi, vice presidente sezione Chimica, Vetro, Gomma, Plastica di Confindustria Trento dal titolo Il peso del regolamento REACH e la responsabilità sociale d’impresa. A moderare il convegno sarà Andrea Tapparo, docente all’Università di Padova.
Il pomeriggio i lavori riprendono alle 14.30, quando, contemporaneamente, si terranno tre diversi tavoli tematici. Il primo, dal titolo REACH PER TUTTI, è un tavolo di primo approfondimento delle tematiche, si rivolge ad un pubblico senza una formazione scientifica specifica (giornalisti, avvocati, consumatori, insegnanti, studenti, cittadini). Prevede diversi interventi sulla diffusione delle sostanze chimiche nei più diversi ambiti della quotidianità. Il secondo tavolo di confronto è invece intitolato SOSTANZE CHIMICHE PERICOLOSE TRA SALUTE E AMBIENTE. LE BUONE PRATICHE, si rivolge prevalentemente a professionisti del settore e sarà strutturato con esposizioni di casi studio. Infine il workshop INDUSTRIALI E REACH, promosso dalle associazioni industriali provinciali in collaborazione con Federchimica ed Ordine Regionale dei Chimici, rivolto ad un pubblico con interesse sul mondo dell’imprenditoria. Interverranno rappresentanti delle imprese: Sandoz, Manica, MEMC, Al termine del pomeriggio è previsto un momento in cui i tre moderatori tireranno le conclusioni dei lavori. Il convegno è organizzato dall’Ordine Regionale dei Chimici del Trentino Alto Adige, con il contributo e il patrocinio della Provincia Autonoma di Trento. Con la collaborazione di: Confindustria Trento, Altroconsumo, MUSE, Società di scienze naturali del Trentino, Camera di Commercio dell’Alto Adige. È patrocinato da: Provincia autonoma di Bolzano, INAIL Direzione provinciale di Trento e Bolzano, Federazione Nazionale dei Chimici e dei Fisici, Università degli Studi di Trento, Società Chimica Italiana/Sezione di Trento, Azienda provinciale per i Servizi Sanitari del Trentino. Crediti Formativi Professionali riconosciuti da: Ordine Regionale dei Chimici del Trentino Alto Adige, Federazione degli Ordini dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali del Trentino Alto Adige, Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Trento, Ordine Regionale dei Geologi del Trentino Alto Adige, Collegio dei Periti Industriali della Provincia di Trento, Ordine dei Giornalisti del Trentino Alto Adige. Aderiscono all’iniziativa: Ordine dei Medici Bolzano, Italia Nostra Bolzano, Associazione Artigiani Trentino, Legambiente Trento, Legambiente Bolzano, Istituto Ivo De Carneri, ITT Buonarroti Pozzo, Associazione Lo Scudo, Ordine degli Ingegneri della Provincia autonoma di Bolzano, Ordine degli Ingegneri della Provincia autonoma di Trento. Sponsor: E-Pharma, Kemira, Manica, Casse Rurali del Trentino, Zobele Group, Novartis. L’IMMAGINE Un ragazzino che maneggia con destrezza i pittogrammi: è questa l’immagine voluta dall’organizzazione e realizzata dal giovane illustratore trentino Davide Bolognani per dare un’identità grafica al convegno del prossimo 22 giugno. Il ragazzino sembra avere 12 anni, esattamente il tempo trascorso dalla prima emanazione del REACH, e con maestria e fiducia muove tra le mani i pittogrammi che indicano la pericolosità delle sostanze chimiche, raccontando graficamente che una maggiore consapevolezza porta a una maggiore sicurezza e fiducia nel futuro.

Salute ambiente competitività: il ruolo della chimica – ISCRIZIONI

1 giugno 2018 | 0 commento | in #REACH2018 | Homepage | di Caldonazzi Susanna
See the full read

 

Sono aperte le iscrizioni al convegno SALUTE AMBIENTE COMPETITIVITÀ: IL RUOLO DELLA CHIMICA, organizzato dall’Ordine Regionale dei Chimici del Trentino Alto Adige.

Il convegno si terrà il prossimo 22 giugno presso il Muse di Trento a partire dalle ore 8.30 ed è aperto a tutti.

Aderiscono e riconosceranno ai propri iscritti i Crediti Formativi Professionali: l’Ordine Regionale dei Chimici del Trentino Alto Adige, la Federazione degli Ordini dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali del Trentino Alto Adige, l’Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Trento, l’Ordine Regionale dei Geologi del Trentino Alto Adige, il Collegio dei Periti Industriali della Provincia di Trento, l’Ordine dei Giornalisti del Trentino Alto Adige.

Per consultare il programma clicca qui

Per l’iscrizione clicca qui

Contatti
ordinechimicitaa@gmail.com
350 0229278
(orario: 9.00-12.00)

 

primo<   1234567891011   >ultima