A partire dal primo settembre 2013  tutti i chimici avranno 150 crediti formativi professionali (CFP) poi a scalare, il 1-1-2014 verranno tolti 25 CFP, il 1-1-2015 verranno tolti altri  30 CFP, il 1-1-2016 verranno tolti altri  40 CFP.

Sostanzialmente un chimico il 2-1-2016 si ritrova con  55 CFP senza aver fatta formazione ( fatta salva la “formaizone” ordinistica 3 cfp ) e può esercitare tutto l’anno. Ma dal 1-1-2017 tolti i 50 CFP di routine si troverà con soli 5 CFP e non potrà esercitare.

Nuovo regolamento formazione continua Ordine dei Chimici

Regolamento Consiglio nazionale dei chimici 19/7/2013 appunti non esaustivi sul nuovo regolamento.

Crediti formativi sistema a  “punti”:

 

CFP

A partire dal primo gennaio dopo l’esame di stato

150

Al termine di ogni anno solare (31/12di ogni anno)

-50

Minimo di CFP per potere esercitare

25

CFP minimi specifici su Ordine e Previdenza professionale

(di cui) 3

CFP massimi annui riconoscibili

75

Unità minima un ora ( in genere)  di formazione

1

 

CICLO ANNUALE DELLA FORMAZIONE

Ciclo della formazione

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  • La formazione intercorsa tra Esame di Stato e 15-8-2013 possono essere riconosciuti, su richiesta. ( MODULO PER RICHIESTA RICONOSCIMENTO CFP)
  • La verifica del adempimento dell’obbligo formativo spetta all’Ordine ( Articolo 10)
  • Anche docenze, articoli, commissioni, gdl sono considerati formazione.

Attività formative ordinarie

Crediti attribuiti

Limiti massimi annuali

Superamento di esami in corsi universitari con riconoscimento dei relativi crediti formativi universitari 3 CFP ogni CFU

9

Partecipazione a corsi di formazione e specializzazione in qualità di discente 1 ora = 1 CFP

75

Come sopra, con verifica finale 1 CFP in più per l’esito positivo della verifica

75

Partecipazione a seminari di studio 2 ore = 1 CFP

4

Partecipazione a master universitari con conseguimento del titolo accademico 3 CFP ogni CFU

75

Partecipazione a corsi ECM accreditati 1 CFP ogni credito ECM

75

 

Attività formative particolari

Crediti attribuiti

Limiti massimi annuali

Relazioni in convegni, seminari, corsi di formazione per lavoratori, corsi di formazione per imprenditori, per corsi post-laurea e master universitari 1 ora o frazione = 1 CFP

10

Pubblicazione di libri su argomenti collegati alle attività dei chimici 5 CFP ogni 50 pagine

20

Pubblicazioni di articoli scientifici o di natura tecnico-professionale 1 CFP ogni 1.800 battute

15

Docenze svolte presso Università ed enti equiparati da soggetti non dipendenti 3 CFP ogni CFU

15

Partecipazione alle commissioni per gli esami di Stato 4 CFP/sessione

8

Attività di insegnamento in corsi preparatori per gli esami di Stato organizzati in collaborazione con i Consigli territoriali dell’Ordine 1 ora o frazione = 1 CFP

8

Partecipazione alle commissioni di studio istituite dall’Ordine 1 riunione = 2 CFP

8

Partecipazione ai gruppi di lavoro e alle commissioni di studio degli organismi regionali, nazionali e internazionali 1 riunione = 2 CFP

8

Partecipazione alle commissioni tecniche istituzionali 1 riunione = 2 CFP

8

 

 

 

Chi vigila cosa?

Articolo 4 comma 2

  • l’evento sia organizzato dalle Università o direttamente dal Consiglio dell’Ordine territoriale o in collaborazione con altro soggetto la verifica della rispondenza ai requisiti richiesti è affidata al Consiglio Nazionale dei Chimici.
  • Ove l’evento sia organizzato da altri soggetti la rispondenza ai requisiti è verificata ai sensi dell’art. 10 comma 2 dal Consiglio dell’Ordine territoriale.

Commissione valutazione

Articolo 11.

1. La “Commissione di valutazione” è composta da cinque membri, designati dai Consigli dell’Ordine e scelti tra gli iscritti in possesso dei requisiti per la partecipazione alle commissioni esaminatrici per gli Esami di Stato purchè non in posizione di incompatibilità; uno dei membri deve essere consigliere dell’Ordine.

2. La “Commissione di valutazione” può essere in comune tra più Ordini;

3. La “Commissione di valutazione” è nominata per ogni quadriennio di osservazione.

4. Per ogni membro è designato, con gli stessi criteri, un supplente;

5. Per l’attività di tale Commissione non sono previsti crediti formativi

 

Tempistiche

Articolo 13. Entrata in vigore e norme transitorie

1. dal 1 settembre 2013

2. Il periodo dal 1 settembre 2013 al 31 dicembre 2016 viene considerato periodo di monitoraggio e sperimentazione. Inoltre

a)In deroga a quanto previsto all’art. 3 comma 3 del presente regolamento per il

periodo 1 settembre 2013 – 31 dicembre 2014 vengono detratti 25 crediti, nel

periodo 1 gennaio 2015 – 31 dicembre 2015 vengono detratti 30 crediti e nel

periodo 1 gennaio 2016 – 31 gennaio 2016 vengono detratti 40 crediti;

b)Il Professionista Chimico farà pervenire la prima relazione sull’attività svolta di cui all’art. 7 entro il 31 gennaio 2015;

c) Il Consiglio dell’Ordine invierà al Consiglio Nazionale dei Chimici entro il 31 marzo 2015 la prima relazione (ndr: regionale) di cui all’art. 10 comma 6 del presente Regolamento eventualmente integrata di […]

d) Entro il 30 ottobre 2016 il CNC eventualmente adotterà correttivi e/o modificazioni al presente regolamento;

3. A tutti i Chimici Professionisti abilitati, ed iscritti all’albo professionale alla data del 1 settembre 2013, sono attribuiti 150 CFP.

 

NOTE

  • Il 30% massimo in e-lerning.
  • Sperimentazione dal 1-9-2013 al 1-9-2016.

 

Presentazione dott. Fabrizio Demattè  consigliere del Ordine TAA, in occasione della serata formativa il 19-10-2013 

2013-10 slide dematte formazione continua obbligatoria

 

 

Demattè Fabrizio

About Fabrizio Demattè

Consigliere dell'Ordine dei Chimici Trentino Alto Adige delegato alla comunicazione, referente per la formazione, referente per il gruppo di lavoro REACH/CLP